Sono stato truffato, cosa devo fare e chi contattare

sono-stato-truffato-cosa-devo-fare

Hai subito una truffa su internet e non sai a chi rivolgerti per sporgere denuncia? Hai acquistato un prodotto online e non lo hai ricevuto, cercando invano di contattare il venditore e, sentitoti frodato, hai deciso di procedere con una denuncia? Sei nel posto giusto: questa guida risponderà alla domanda “sono stato truffato, cosa devo fare?” dandoti tutte le indicazioni necessarie per procedere ad una denuncia.

Sono stato truffato, cosa devo fare

sono-stato-truffato-cosa-devo-fare-1
Partiamo col dire che, al giorno d’oggi, la possibilità di incorrere in una truffa online non è alta come qualche anno fa: i sistemi di controllo dei market place e il fatto che internet è diventato davvero alla portata di tutti, ha ridotto sensibilmente la possibilità di frodi.

Ciononostante, è sempre possibile imbattersi in truffatori che sfruttano la rete per ingannare gli acquirenti: d’altra parte, così come esistono le truffe per le vendite di persona, ci sono anche quelle online.

Solitamente, queste spiacevoli circostanze avvengono nella compravendita tra persone fisiche, ma non è raro imbattersi in alcuni siti di e-commerce non affidabili.

Se segui attentamente questa guida, però, ti forniremo tutti gli strumenti necessari per denunciare il sito truffatore nei canali giusti ed alle forze dell’ordine addette a questo scopo.

A chi denunciare un reato informatico

La prima cosa da sapere quando si scopre di aver subìto una frode online è che esiste un organo appartenente alla forze dell’ordine che si chiama Polizia Postale, preposto proprio a questa tipologia di frodi.

Per sporgere denuncia alla Polizia Postale, puoi farla direttamente dal sito web, previa registrazione, tenendo ben presente che, una volta terminata la procedura, dovrete comunque confermare la vostra deposizione anche alla centrale di polizia più vicina, che dovrete segnalare al momento della denuncia online.

Quali altre forza dell’ordine contattare per truffa online

Nel caso non vogliate rivolgervi alla Polizia Postale, sappiate che ci sono tantissimi altri canali per indirizzare la vostra denuncia, come ad esempio contattare la Procura della Repubblica, che provvederà aprendo un fascicolo ai danni del soggetto o della persona giuridica da denunciare.

Se il caso è di minore importanza, si può sempre fa riferimento alla Polizia di Stato, la quale, sul suo sito, mette a disposizione un form per inoltrare la denuncia che poi, successivamente, dovrà essere confermata di persona presso una centrale di Polizia nei vostri paraggi.

Come denunciare una truffa al telefono

sono-stato-truffato-cosa-devo-fare-2
Se pensi che effettuare una denuncia telefonicamente sia un sistema più efficace, allora sappi che contattare i numeri di pronto intervento, come il 113, potrebbe essere controproducente, in quanto non si tratta di una vera e propria emergenza, ma di una denuncia.

In questo caso, è meglio usufruire del numero verde creato e messo a disposizione per questa tipologia di truffe, vale a dire l’800 166 661, attivo dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 14, a disposizione per qualsiasi denuncia di truffa, pratica commerciale scorretta e pubblicità ingannevole.

Il servizio è, ovviamente, gratuito e a disposizione di tutti, ma ti verranno chiesti i dati personali, onde evitare che qualcuno utilizzi il numero in maniera impropria.

Questo numero è attivo da qualche anno, al fine di arginare i crescenti allarmi in materia di denunce per truffe, spot ingannevoli, comportamenti scorretti a cui sempre più utenti sono vittime: in pratica si tratta di un filtro che analizza soltanto i casi più rilevanti e li sottopone agli approfondimenti dell’Antitrust.

Cosa fare per tutelarsi dalle truffe online

Sebbene, come ti abbiamo già anticipato nei paragrafi precedenti, è molto difficile imbattersi in una truffa online, si tratta di una procedura ancora molto diffusa e, per questo motivo, ognuno di noi dovrebbe seguire poche e semplici regole per tutelare la propria sicurezza.

Vediamo di seguito quali sono queste linee guida alle quali attenersi:

  • Non fornire mai password o dati sensibili a terzi;
  • Scegliere password complicate e non averne soltanto una per tutti gli accessi;
  • Cambiare di tanto in tanto le proprie password;
  • Non cliccare mai su link sconosciuti e non scaricare contenuti da fonti sconosciute;
  • Non fornire i dati della carta di credito e utilizzare, se è possibile, PayPal;
  • Verificare sempre l’attendibilità del sito in cui stiamo effettuando l’acquisto;
  • Controllare sempre i propri movimenti bancari.

Ovviamente, tutto questo è frutto del buonsenso, quindi, in definitiva, basterebbe essere prudenti ogni qualvolta si presenti l’occasione di effettuare una transazione finanziaria, che sia l’acquisto di un bene o di operazioni borsistiche.

Sono stato truffato, cosa devo fare: Conclusioni

Con questa breve guida abbiamo risposto alla tua domanda “sono stato truffato, cosa devo fare?” nel modo più sintetico ma completo e dettagliato possibile.

Adesso che hai scoperto tutti i modi per sporgere denuncia, sai sicuramente come difenderti, cosa fare e chi contattare nella spiacevole circostanza in cui tu cada vittima di una truffa online.

Se la guida ti è piaciuta, ricorda che non è l’unica su questo sito e che ve ne sono molte altre, anche su questo argomento, come ad esempio:
Come acquistare Whatsapp: Truffa!
Come risalire al proprietario di un numero di cellulare