Drone DJI Mavic Mini: in arrivo già a fine mese?

dji mavic mini

Il nuovo mini drone DJI Mavic Mini e il suo radiocomando sono stati approvati FCC, e ciò significa che per fine ottobre il dispsotivo potrebbe essere lanciato sul mercato. Il drone può funzionare sia a 2.4 GHz che a 5 GHz. Andiamo a scoprire maggiori dettagli.

DJI Mavic Mini: ecco tutti i rumors

dji mavic mini -2

Secondo le indiscrezioni raccolte da Quadricotteronews, il Mavic Mini peserà meno di 250 grammi (così da accedere ai privilegi per questa classe, visto il nuovo regolamente unico, che esenta il suo pilota dal seguire il corso online). Sarà necessaria solo la registrazione, dal momento che la telecamera del drone viene vista come dispositivo atto a captare dati personali.

Sempre secondo il regolamento europeo, da applicare entro il 1 luglio 2020, i droni < 250 grammi potranno volare nella classe C0, anche se non avranno il marchio CE. Sarà obbligatorio rispettare gli spazi di volo istituiti da ogni Stato membro e le relative regole di circolazione aeronautica.

Stando ai report di omologazione FCC pubblicati nelle scorse ore, il Mavic Mini è in grado di funzionare sia sulla banda 2.4 GHz che su quella 5 GHz. In USA per motivi di marketing il drone in questione funzionerà solo nella banda 5725-5850 GHz per effetto di un blocco firmware. Il radiocomando sembra simile a consueti controller DJI utilizzati per lo Spark e per la famiglia Mavic.

Avrà un’autonomia di 25-30 minuti grazie a batterie agli ioni di litio e ai bassi assorbimenti di corrente, visto peso e dimensioni minime di motori ed eliche. Mavic Mini potrà registrare video con risoluzione massima 2.7K. Presentazione con ogni probabilità a fine ottobre.

Tutte le info ufficiali si possono trovare sul sito Ufficiale Internazionale e presso lo sito Ufficiale Internazionale.