Come non pagare il Canone Rai: Guida Aggiornata

Ti stai chiedendo da un po’ di tempo come non pagare il canone Rai e stai cercando una guida che ti riassuma in maniera precisa e sintetica cosa devi fare? Molto bene, sei nel posto giusto! Nelle prossime righe ti diciamo innanzitutto se fai parte di coloro che sono esclusi dal pagamento e in tal caso come fare richiesta per l’esenzione.



Come non pagare il canone Rai

Come ogni anno, l’argomento relativo al canone Rai è sempre uno dei più dibattuti dagli italiani. C’è chi lo ritiene utile per finanziare la televisione pubblica e chi invece pensa sia una tassa superflua e quindi farebbe volentieri a meno di pagarla. Detto questo, anche nel 2019 bisognerà versare i 90 euro con addebito diretto in bolletta.

Nelle prossime righe andremo ad analizzare insieme i casi di esenzione (che sono ovviamente previsti), cioè quei soggetti che non devono pagare il canone tv. Prima di scendere nel dettaglio è bene chiarire un aspetto che ha fatto molto discutere: nell’attuale Legge di Bilancio non è stato previsto l’esonero ai disabili. Questa decisione ha ovviamente scatenato numerose polemiche.

Detto questo, nei prossimi paragrafi analizzeremo le figure esentate e come devono richiedere di non pagare il canone (ci sono moduli di domanda da compilare e inviare). Ti anticipiamo questo: non ci sono grosse novità rispetto agli anni scorsi.

Soggetti esenti

come non pagare il canone rai

Per prima cosa facciamo un punto riguardo i soggetti che non devono pagare il canone Rai. Sono esenti gli anziani over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro, gli invalidi civili degenti in una casa di riposo, i militari delle Forze Armate Italiane che risiedono in ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze Armate (non è escluso dal pagamento il membro delle Forze Armate che si trova in un appartamento privato situato all’interno di una struttura militare).

L’elenco non è finito qui: sono esenti anche i Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato, gli Agenti diplomatici e consolari (solo in quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani) e i rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV.

Questi soggetti possono evitare l’addebito in bolletta del canone Rai e dunque risparmiare i 90 euro richiesti a coloro che detengono una televisione in casa o un qualsiasi altro dispositivo ritenuto idoneo alla ricezione.

Anziani over 75: come fare domanda

Come dicevamo, gli anziani di età pari o superiore a 75 anni possono richiedere l’esenzione del canone Rai, a patto che il loro reddito non superi gli 8.000 €. La domanda di esonero deve essere presentata attraverso questo modello presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate e poi spedirla con raccomandata, senza busta, all’indirizzo “Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22, 10121 -Torino.”

come non pagare il canone rai

La richiesta va presentata entro il 30 aprile per essere esonerati tutto l’anno, mentre il 31 luglio se non si vuole pagare dal secondo semestre. C’è anche un modello ad hoc per richiedere il rimborso del pagamento dei 90 euro in caso di errato addebito (questo vale per tutti i soggetti).

Chi non possiede la TV deve pagare il canone?

Non basta non possedere la TV: è esente si chi non ce l’ha, ma non deve nemmeno avere altri apparecchi idonei a ricevere i programmi televisivi. Quindi per non pagare i 90 euro bisogna presentare domanda di dichiarazione di non detenzione di apparecchio televisivo, attraverso questo modulo.

Quindi se sei titolare di fornittura elettrica ma non utilizzi alcun apparecchio che trasmetta i canali televisivi Rai, puoi essere esentato dal pagamento. Nel caso di apparecchi televisivi dovrai compilare il Quadro A del modello dell’Agenzia delle Entrate.

La dichiarazione di non detenzione della tv può essere presentata dal 1 febbraio ed entro il 30 giugno dell’anno di riferimento, così da avere effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre.

Come non pagare il canone Rai: scadenza e modalità di presentazione moduli

come non pagare il canone rai 3

Tutti i soggetti che possono essere esentati devono presentare i vari moduli entro il 31 gennaio per non vedersi addebitare l’importo tutto l’anno sulla bolletta. Ecco le scadenze da segnarsi, e che valgono per tutti i soggetti:

  • fino al 31 gennaio 2019 esonera dal pagamento per l’intero anno 2019;
  • dal 1° febbraio al 30 giugno 2019 esonera dal pagamento per il secondo semestre (luglio-dicembre 2019).

La domanda di esenzione può essere presentata in modalità telematica qui, oppure tramite PEC all’indirizzo [email protected] Eventualmente, nel caso in cui non fosse possibile l’invio online della dichiarazione, essa può essere inviata tramite raccomandata all’indirizzo “Agenzia delle Entrate – Ufficio Torino 1 Sat – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22, 10121 -Torino.” (quello che avevamo visto nel paragrafo degli over 75).

Conclusioni

Una domanda molto ricorrente è: chi ha un tablet o pc deve pagare il canone Rai? La risposta è no: la legge infatti stabilisce che devono pagarlo tutti quei soggetti che possiedono “apparecchiature provviste di sintonizzatore per la ricezione del segnale (terrestre o satellitare) di radiodiffusione dall’antenna radiotelevisiva”.

In conclusione, tutti coloro che hanno una televisione in casa non potranno proprio fare a meno di pagare il canone Rai. Per gli altri e per le categorie che abbiamo visto ci sono specifici moduli da compilare e inviare.

E voi, che ne pensate? Fatecelo sapere nei commenti e sulla nostra Fan Page.
Visita la nostra sezione dedicata alle Guide.